Tecnologie abilitanti industria 4.0

industria 4.0 tecnologie abilitanti

Le tecnologie abilitanti nell’industria 4.0

Grazie alla corrente espansione tecnologica, la quale, oltre a migliorare considerevolmente la qualità del giornaliero, ha esponenzialmente aiutato il mondo del lavoro a progredire, le industrie possono contare su diversi fattori che ne amplificano la produzione, e di conseguenza, i guadagni. 

Con l’avvento della quarta rivoluzione industriale, numerose aziende hanno apportato cambiamenti sostanziali fin nelle proprie fondamenta, accomunandosi al progresso in continuo avanzamento e alla tecnologia che pare non subire una battuta d’arresto. Al fine di ottenere dei ghiotti profitti, gli imprenditori hanno investito una somma di denaro più o meno elevata (benché ammorbidita dall’iper ammortamento) allo scopo di conformarsi coi tempi in transito.

Ciò malgrado, sono ancora molte le aziende che non si ritengono pronte a cavalcare l’onda dell’industria 4.0. Il motivo? A quanto pare, alcuni sistemi sembrano essere piuttosto complicati e l’apporto di dipendenti esperti nel campo, plausibilmente, costerebbe un determinato ammontare, forse ritenuto troppo dagli imprenditori. 

Una visione che può essere condivisibile o meno e che, nel contempo, potrebbe risultare estremamente deleteria per un’azienda. Modernizzarsi è necessario, se l’obiettivo è quello di farsi un nome nel mercato nazionale e internazionale: qualora si dovesse progredire con dei sistemi di produzione e mantenimento ritenuti fin troppo vetusti dall’attualità, il rischio di una perdita elevata sarebbero tutt’altro che mera fantasia. 

Ecco spiegata la ragione per la quale si dovrebbe intraprendere la strada delle tecnologie abilitanti l’industria 4.0.


<< Come funziona e cosa è l’industria 4.0>>


 

Quante sono le tecnologie abilitanti l’industria 4.0?

Le tecnologie abilitanti l’industria 4.0 sono esattamente nove e chissà, un giorno potrebbero aumentare e raggiungere la doppia cifra. Se si volessero elencare, seguendo un ordine alfabetico, si riporterebbero nella tabulazione che segue:

  1. Big data – analytics
  2. Cloud
  3. Cybersecurity
  4. Industrial internet
  5. Integrazioni digitali
  6. Manifattura additiva
  7. Realtà aumentata 
  8. Robot collaborativi
  9. Simulazione 

Ognuna di queste tecnologie, se integrate bene o alla perfezione con l’azienda, sarebbero in grado di mutare per il meglio l’impresa stessa, concedendole l’opportunità di cambiare attenendosi al passo delle innovazioni. Cosi facendo, l’azienda sarebbe facilmente rinnovabile e i costi per aggiornamenti futuri sarebbero certamente minori. 

Vi è da assumere che le tecnologie sopracitate richiedono un certo ammontare di tempo per essere integrate all’interno di un’azienda. Inoltre, sarebbe opportuno istruire il personale sull’esatta funzione delle macchine aiutanti, in modo da limitare o escludere totalmente i rischi di ritardi nel lavoro. 

In aggiunta, siccome il discorso riguarda l’utilizzo di macchine più o meno complicate, sarebbe giusto, più che opportuno, investire nella sicurezza dei dipendenti, così da permettere una coesistenza fidata tra uomo e tecnologie. 

Il discorso sarebbe ovviamente diverso, qualora si parlasse di macchine aventi un’autonomia e un’intelligenza propria, seppur limitata. 

 

Benefici delle tecnologie abilitanti nell’industria 4.0

I vantaggi che si otterrebbero nel momento in cui si accetterebbe l’installazione di determinati apparecchi tecnologici e all’avanguardia, sarebbero tali da poter sovvertire le sorti di un’azienda. 

Per prima cosa, si incrementerebbe clamorosamente l’efficienza. Se con il solo personale umano -per dare un numero- si producesse una cifra pari a venti, con l’apporto delle macchine odierne (dotate o meno di AI) la produzione aumenterebbe del 30-50%: quindi del doppio o quasi.

Un cambiamento radicale e fondamentale per la riuscita del piano aziendale, potrebbe essere l’accomodamento delle richieste della clientela. Acconsentire alle richieste su misura del cliente, poiché supportate da un sistema di produzione tecnologico, efficiente e rapido, non comporterebbe alcun danno in termini di tempistica e denaro, anzi. Un accomodamento del calibro porterebbe maggior prestigio all’azienda, la quale beneficerebbe di un ulteriore tassello da aggiungere alle proprie peculiarità. 

Il terzo -e fondamentale- beneficio che si trarrebbe dall’utilizzo delle tecnologie 4.0, sarebbe strettamente collegato al risparmio dei fondi. Un’azienda con dei metodi di produzione antiquati, potrebbe sostenere dei ritardi piuttosto ampi a livello logistico, e quindi nella consegna ed ottenere delle penali. In aggiunta, delle macchine non conformi ai nuovi dettami della tecnologia, consumano un flusso energetico nettamente superiore alle macchine moderne. Sarebbe come comparare un tubo catodico a una televisione LCD del ventunesimo secolo: non avrebbe alcun senso.

Per finire, un aspetto da non sottovalutare, è legato alla cyber sicurezza e alla sicurezza in generale. I moderni sistemi di allarme, permettono di prevenire al meglio qualsiasi tipo di reato possa avvenire all’interno di uno stabile. Per quel che concerne la cyber security, la tecnologia dettata dall’industria 4.0 darebbe una mano sostanziosa nel prevenire o nel contrastare attacchi hacker da parte di compagnie contendenti o da un terzo non riconosciuto. 

 

Conclusioni

La rivoluzione industriale (la quarta, per l’esattezza) ha apportato cambiamenti radicali al mondo del mercato. Sempre più aziende stanno infatti lasciandosi alle spalle le vecchie abitudini e le macchine obsolete per confarsi allo scivolamento del progresso. Si tratta di una mutazione inevitabile, così come saranno inevitabili le prossime. La tecnologia sta divenendo sempre più ecosostenibile e dedita al risparmio energetico (come giusto che sia) indi sarebbe impensabile fermarsi a un punto morto e attendersi che nulla più di nuovo ed efficiente possa nascere.

Potrebbero interessarti anche...

WordPress Cookie Notice by Real Cookie Banner