Lavorare nella logistica

lavorare in logistica

Lavorare in logistica 

 

Il lavoro nella logistica sembra attrarre un numero sempre più elevato di persone, soprattutto di giovani che sentono di poter dare un certo contributo all’azienda per la quale applicano la candidatura. Vi è da specificare, tuttavia, che l’alta competizione per aggiudicarsi un posto di lavoro nella logistica, fa sì che numerosi tra ragazzi e ragazze non riescano a centrare l’obiettivo che si sono prefissati. Al fine di ottenere il lavoro, dunque, e di offrire le proprie prestazioni sapendo di aver realizzato un “life goal”, è necessario prima completare alcuni studi.

Qualora si provenisse da un istituto informatico, il capo del personale o l’addetto alle risorse umane che effettua i colloqui, potrebbe mostrare una certa preferenza. Il condizionale è d’obbligo, poiché non è detto che vada a finire così.

Tuttavia, per facilitare l’ammissione al reparto, esiste un metodo che in molti, purtroppo, non conoscono, benché sia effettivamente efficace. Navigando sul web è possibile imbattersi in alcuni privati che organizzano corsi online per chi desidera lavorare nella logistica e/od ottenere un posto come supply chain manager. Si tratta di lezioni che è possibile seguire da remoto (una sorta di dad non correlata con la scuola) le quali espongono nozioni più che utili agli studenti che ne fanno parte. Al termine delle settimane di studi, le competenze degli studenti vedono sottoposte a un esame, il cui esito sancisce l’ottenimento o meno di un certificato riconosciuto.

 

Come è lavorare nella logistica 

Se si potessero intervistare tutti i dipendenti che ne fanno parte, nessuno di loro ammetterebbe che si tratta di un lavoro noioso. C’è e ci sarà sempre qualcosa da fare all’interno di questo settore della supply chain. Stoccaggio, data entry, imballaggio, incartamento… Insomma, è impossibile starsene con le mani in mano, a meno che non vi sia la pausa pranzo a scoccare.

Inoltre, con un’azienda impegnata nell’accrescimento del proprio bene e che non teme la concorrenza, la possibilità di incontrare persone ambizione e volenterose di lavorare per farsi un nome, aumenta a dismisura.

Esiste un vecchio detto che dice:

“Circondati di persone che possano migliorarti”.

Lavorare in logistica può davvero aiutare un individuo a estrarre la versione migliore di sé stesso, anche attraverso l’attenzione che ripone sugli altri, specialmente su chi è più esperto di lui nella mansione.

I compiti che si svolgono all’interno sono svariati e talora possono dipendere dal tipo di azienda in cui si lavora; tuttavia, un fattore resta uguale e immutato: il sistema per salire al top della logistica e/o della supply chain, è meritocratico.

 

Perché lavorare in logistica

Come già spiegato, le mansioni da ricoprire nel reparto, sono tutt’altro che noiose e prive di stimoli; purtuttavia, mantenere un impegno costante ed estraniarsi dalle distrazioni, è l’imperativo che vige in esso.

Qualora si stessero ricercando delle motivazioni per entrare a far parte del mondo della logistica, è bene sapere che il settore industriale in perpetua crescita (basti sondare alla recente industria 4.0) stia apportando cambiamenti significativi e con essi, possibilità “golose” di fare carriera e di guadagnare abbastanza denaro da condurre una vita più che adagiata.

In aggiunta, per lavorare in logistica non è necessario alcun trasferimento altrove: è difatti il core della supply chain e numerose aziende sparse uniformemente in tutta Italia cercano tuttora dipendenti.

 

Cosa studiare per lavorare in logistica.

Questo dipende dalla mansione che si desidera svolgere. Qualora si tendesse a ottenete un posto avente a che fare con le opere computerizzate, sarebbe opportuno presentarsi al colloquio con un diploma di tecnico informatico e ostentare la propria predilezione.

Invece, per ottenere un posto come responsabile della logistica, è indispensabile ottenere prima una laurea in ingegneria industriale gestionale. Potrebbe essere un percorso lungo e tortuoso, ma il fine giustifica -in tal caso- mezzi e sacrifici

Potrebbero interessarti anche...

WordPress Cookie Notice by Real Cookie Banner