Corso di logistica

corso logistica italia

Corso di logistica 

Con l’incedere del progresso nel settore industriale, i posti di lavoro disponibili stanno aumentando. Difatti, dopo l’ovvia battuta d’arresto nel 2020 a causa del covid, numerose imprese hanno riorganizzato il loro assetto e sono state in grado di ritornare alla produzione coi ritmi di un tempo; anzi, sembra che un buon numero di esse, ora necessiti di un maggior numero di dipendenti per rispondere all’alta domanda.

In alcune circostanze, probabilmente a causa della pandemia trascorsa, determinate  aziende hanno dovuto fare a meno di un elemento fondamentale che riusciva a gestire i flussi della supply chain, ovvero, il supply chain manager.

Sostituire una figura del calibro non è affatto semplice: è necessario avere uno spiccato senso del dovere, è obbligatorio sapere aver a che fare con le persone (peculiarità non scontata al giorno d’oggi) e la volontà di lavorare eventualmente anche tra le mura domestiche.non deve mancare.

Benché appaia complicato praticare questo mestiere e coordinare l’intera catena di approvvigionamento, mentre nel contempo si tratta con le aziende partner, è però fattibile. Esistono infatti dei corsi per apprendere i segreti che attorniano il supply management e che fanno di esso un lavoro accessibile ai più volenterosi e non -come si è usi pensare- ai più fortunati.

 

Corso di logistica online

Sembra essere una manna dal cielo: un corso di logistica che aiuta a ottenere la qualifica per dirigere una supply chain, sia essa tradizionale o incentrata sull’approvvigionamento ecosostenibile. Siccome la posta in gioco sembra piuttosto alta, una domanda sorge spontanea: “sono molto costosi?”

In realtà, per rispondere esaustivamente, è necessario asserire che è impossibile stimare il prezzo medio di un corso di logistica, poiché quasi tutti i privati che impartiscono lezioni online, non ostentano il prezzo sul sito web. Tuttavia, le poche pagine che lo fanno, domandano il versamento di una quota spesso superiore ai 1000euro.

La cosa migliore da fare, sarebbe tabulare tutti i dispensatori di corsi online sulla logistica e classificarli in base alla convenienza del prezzo. Rispettare le proprie finanze non è anch’essa una peculiarità del supply chain manager?

Inoltre, affidarsi a un corso più costoso rispetto ad altri, non vuol dire automaticamente fare affidamento su lezioni migliori. Difatti, vi è da ammettere un particolare che all’apparenza rasenta l’ovvio, ma che al medesimo tempo, potrebbe non essere preso in considerazione da un novizio: è sul campo che il supply chain manager fa le esperienze più fruttuose.

I corsi online danno lui la conoscenza indispensabile del mestiere , ma la formazione, quella vera e insostituibile, è possibile ottenerla soltanto in un modo: lavorando.

Detto ciò, un’importante puntualizzazione di cui tener conto riguardo i corsi di logistica e trasporti, è assicurarsi che siano marchiati dal timbro del Notaio Europe, che ne riconosce la validità. Qualora l’attestato che si otterrebbe a fine corso apparisse come un mucchio di paroloni esenti, però, dal timbro sopra menzionato, le cose potrebbero non essersi risolte per il verso giusto.

Infatti, le probabilità che l’attestato non sia riconosciuto, sarebbero piuttosto alte, così come lo sarebbe la probabilità d’aver sprecato tempo e denaro senza ottenere un qualcosa di concreto.

Un corso di logistica industriale, in poche parole, consente allo studente che ha ottenuto il certificato, di poter essere riconosciuto dalle aziende stesso come individuo qualificato alla carica di supply chain manager.

Sarebbe in grado di ottimizzare la velocità di produzione e di minimizzare i costi dovuti alla produzione stessa. Inoltre, va asserito che le nozioni dei corsi online vengono continuamente aggiornate, così da restare al passo coi tempi e con l’industria 4.0 (che a breve, tra l’altro, potrebbe diventare: “industria 5.0″).

Investire il proprio tempo nel gusto corso di logistica di magazzino, potrebbe risultare in un futuro radioso all’interno si una compagnia rinomata.

 

Conclusioni

L’internet è ricolmo di corsi promettenti e abbordabili dal punto di vista dei costi. È pur vero, comunque, che un corso del genere debba fruttare qualcosa a chi lo gestisce, o sarebbe lavoro a tempo perso. La maggior parte di essi prevede una partecipazione obbligatoria di sei ore alla settimana (sovente diffuse seguitamente in solo giorno) per un totale di circa 180ore da completare in 30 settimane.

Al termine del corso, saranno esaminate le competenze acquisite dal candidato e l’esito del test dipenderà esclusivamente dallo studente. Ottenere un certificato simile non è facile!

Potrebbero interessarti anche...

WordPress Cookie Notice by Real Cookie Banner